Bisogna dirlo subito: ad Amsterdam, e in generale nell’Europa del nord, la scena musicale più apprezzata non è quella rock ma quella elettronica. Per gli amanti del genere ci sono decine di club, festival e serate di musica tecno o house. La scena rock è meno popolare e occorre sforzarsi un pò di più per trovare alternative valide ma comunque la città ha ottimi club dove andare ad ascoltare della buona musica. Questi club sono ottime venue per andare a godersi un concerto o un ottimo djset (spesso in vinile). Naturalmente non sono tutti i rock club della città ma questi sono i miei preferiti e quelli che mi sento di consigliare.

 

Pacific Parc – Polonceaukade 23

Pacific Parc

E’ stato il primo club nel quale ha messo piede quando mi sono trasferito ad Amsterdam e me ne sono subito innamorato. Si trova all’interno di Wester Park ed è un club rock con una grande sala che il venerdì e il sabato ospita djset garage, rockabilly, alternative rock spesso preceduti da live di band locali. Adiacente alla sala principale c’è uno spazio con dei tavolini e un grande caminetto per sedersi e conversare. L’ambiente è molto friendly e rilassato e le serate durano fino a tarda notte. L’ingresso è quasi sempre gratuito (cosa non da poco), a parte in occasione di particolari eventi o concerti. Come nella maggior parte dei locali olandesi si beve quasi esclusivamente birra ed occorre ricordasi di portarsi dietro un pò di cash se si prevede di fare una bella serata rock perché è uno dei pochissimi locali ad Amsterdam dove non si può pagare con la carta di credito ma solo in contanti o con i gettoni che è possibile comprare utilizzando una specie di cash-machine al lato del bar.

 

Melkweg -Lijnbaansgracht 234A

melkweg

Insieme al Paradiso è uno dei più storici e famosi club della città. Si trova in centro, a Leidseplein, all’interno di una ex fabbrica e rappresenta un riuscito esempio di recupero di architettura industriale. Adesso la struttura ospita due grandi sale nelle quali vengono organizzati importanti concerti e serate di musica rock e elettronica, uno spazio espositivo e un ristorante.

 

Paradiso – Weteringschans 6-8

paradiso

Non capita tutti i giorni di poter andare a ballare in una chiesa a meno che non si viva ad Amsterdam. Nato come club alla fine degli anni 60, in piena epoca hippy, è ancora oggi uno dei più importanti e noti club della città. Si trova in pieno centro a Leidseplein e ha una programmazione molto varia e prezzi che vanno dai 15 euro in su.

 

OT301- Overtoom 301

ot301

Nasce come uno squat occupato negli anni 90, adesso è stato completamente risistemato dagli squatter che l’hanno poi acquistato e convertito in club. Oggi è uno dei locali più noti della scena underground e un importante centro artistico e di sperimentazione culturale. L’edificio si trova al lato di Vondelpark su Overtom al numero 301, da qui in nome. Assolutamente non turistico ospita serate rock ma anche dub e reggae oltre a mostre, rassegne cinematografiche e workshop.

 

Maloe Melo- Lijnbaansgracht 163

maloe melo

Locale piccolo e intimo dedicato al rock blues. Ospita live tutti i giorni fino a notte fonda. L’ingresso normalmente costa 5 euro, soldi ben spesi per ascoltare ottima musica in un ambiente che permette di entrare a contatto con i musicisti visto che il palco è praticamente a livello della pista e ci si trova ad assistere ai concerti a mezzo metro di distanza da chi suona. Di solito capitavo al Maloe Melo a fine serata per concludere la “tripletta classica” composta da Sound Garden, Niewe Anita e poi appunto Maloe Melo fino a chiusura. Tutti e tre i locali sono infatti molti vicini tra loro, nella parte ovest della città, e in pochi minuti di bici ci si sposta da un posto all’altro.

 

De Niuewe Anita – Frederik Hendrikstraat 111

De Niuewe Anita

E’ un locale molto carino dove si va per ascoltare ottima musica dal vivo o ballare sulle note di curati dj set, solitamente in vinile. E’ articolato su due piani, nella sala al piano inferiore si balla mentre sopra ci si può sedere per bere qualche birra con gli amici in un ambiente stile anni 70. Nato come squat adesso è un club che comunque conserva la dimensione sperimentale del periodo hippie. L’entrata solitamente costa 7 euro. Non rimane aperto fino a tardi, la musica nella sala da ballo finisce alle 2 e poi si può rimanere un pò nella parte con i tavoli vicino all’ingresso.

 

Waterhole – Korte Leidsedwarsstraat 49

watwerhole

Si trova a Leidseplein, una delle zone più turistiche della città, quindi la clientela è decisamente molto meno local rispetto a quella degli altri locali menzionati in precedenza. Ciononostante il Waterhole è un club divertente dove andare a bere qualche birra ascoltando musica dal vivo ed è un locale nel quale è facile conoscere gente nuova – magari gruppi di ragazzi in vacanza – per ballare e fare un pò di casino. Tutte le sere vari gruppi si alternano sul palco fino a notte fonda. La maggior parte sono band locali che fanno cover dei classici del rock. L’ingresso costa 2 euro e comprende il guardaroba.

 

Bourbon Street – Leidsekruisstraat 6-8

burbon street

E’ un piccolo club in una traversa di Leidseplein nel quale c’è musica dal vivo tutti i giorni fino a tarda notte. L’ingresso è gratis fino alle 22.30 e dopo si paga 5 euro. E’ sempre piuttosto affollato ma vale la pena farci un salto perché sul palco si esibiscono sempre musicisti di buon livello.

 

In questa mappa potete vedere dove si trovano i club (stella azzurra) mentre in verde potete vedere quelli che secondo me sono i migliori bar della città.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here