Il Messico è un paese immenso ed immensa è anche la sua bellezza, la sua ricchezza culturale e la diversità dei suoi paesaggi.
Per chi ama il mare e le immersioni ci sono spiagge paradisiache e fondali incredibili; gli appassionati di storia potranno rivivere le suggestioni delle epoche precolombiane e conoscere antichi siti Maya; chi invece è appassionato di attività all’aria aperta o di esplorazioni avrà solo che l’imbarazzo della scelta.

In questo post ho racchiuso le principali tappe del mio viaggio durato 3 settimane. Sono quelle che ritengo le 10 migliori destinazioni di queste tre regioni del paese: Quintana Roo, Chiapas e Oaxaca. Certo, ci sarebbero mille altri splendidi posti da visitare per scoprire questo fantastico paese ma, se si hanno a disposizione solo poche settimane, queste dieci destinazioni sono quelle che vi consiglio.

QUINTANA ROO

1: Holbox

Holbox, Mexico
Holbox

Holbox è sinonimo di spiaggia e relax. In questa piccola isola a nord di Cancun non ci sono macchine e ci si può spostare solo a piedi o con le macchinette elettriche da golf. In compenso ci sono delle spiagge di sabbia bianchissima e un mare caldo e trasparente. Sull’isola sono presenti numerosi resort e non mancano i chiringuitos sulla spiaggia nei quali godersi un aperitivo al tramonto sdraiati su di un’amaca.

2: Tulum e i Cenotes

Tulum - Messico
Tulum

Tulum, isieme a Cancun e Playa de Carmen, è una delle destinazioni più popolari del Messico e quindi una delle più turistiche. Il suo lungo mare è caratterizzato da un susseguirsi di stabilimenti turistici: alberghi, cabanas, eco lodge etc. ed è praticamente impossibile accedere alla spiaggia senza passare attraverso una di queste strutture. Detto ciò, occorre però ammettere che questo tratto della Riviera Maya è bellissimo e la sua popolarità deriva proprio dalla spettacolarità di una costa che offre un mare cristallino, divertimenti ma anche storia e cultura.

Sul litorale si trova infatti la zona archeologica di Tulum che comprende uno dei più importanti siti maya della zona. La grande importanza deriva sia dallo stato di conservazione delle sue rovine che dalla invidiabile posizione degli edifici a picco sul mare. Il parco si può visitare tutti i giorni dalle 08:00 alle 17:00 al costo di 80 pesos.


Una volta visitato il parco archeologico non c’è niente di meglio che fasi un tuffo e poi godersi un buon pranzo in riva al mare o un cocktail sotto una palma.

Gran Cenote

I cenote, insieme alle bellissime spiagge, sono la maggiore attrazione di questa parte del Messico. Queste incredibili grotte che racchiudono laghi di acqua cristallina sono una di quelle meraviglie della natura che si possono ammirare solo in poche parti del mondo.
La regione di Quintana Roo è la più ricca di cenote e c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Quasi tutti sono ormai privati e occorre pagare un biglietto di ingresso anche piuttosto caro a seconda di quello che si vuol visitare. Io ho visitato il Gran Cenote e il Cenote dos Ojos, entrambi molto belli.

L’acqua dei cenote e’ acqua dolce e pura (la parola cenote deriva dalla lingua maya e significa “acqua sacra”) quindi ricordate che è vietato mettere la crema solare prima di tuffarsi.

3: Cozumel

Cozumel - Messico

Cozumel è uno dei migliori siti in Messico per le immersioni. I fondali di questa piccola isola davanti a Playa del Carmen sono famosi per la grande visibilità e la ricchezza della sua vita marina. Ci sono decine di dive center e resort per tutte le tasche. Io ho alloggiato a Beds Friends Hostel & Suites e mi sono immerso con la scuola dell’ostello (2200 $ per 2 immersioni per i divers certificati).
Oltre a fare le immersioni si può affittare un motorino o una dune buggie e esplorare l’isola alla scoperta delle varie spiagge e chiringuitos. C’è solo una strada che taglia a metà l’isola e percorre tutta la costa sud dell’isola.

4: Bacalar

Bacalar - Messico
Laguna Bacalar

Bacalar, conosciuta anche come “La laguna dei 7 colori” e’ un bellissimo lago che si trova nel sud della penisola dello Yucatan, quasi al confine tra Messico e Belize. Le diverse sfumature di azzurro delle sue acque sono dovute alla differenza di composizione e di profondità del suo fondale e da come viene riflessa nei vari punti della laguna la luce del sole. In alcuni tratti dal fondale basso l’acqua è così chiara che sembra trasparente mente nei pressi di alcuni cenotes sottomarini è di un blu scuro, quasi nero.
Il piccolo villaggio intorno alla laguna ha uno stile molto rilassato e non mancano campeggi e ostelli a buon mercato.

Per esplorare la laguna ci sono varie opzioni: potete unirvi a una delle varie escursioni che vengono organizzate giornalmente e che generalmente fanno tappa al Canale dei Pirati, i Cenote Negro e Esmeralda e la Isla de las Aves; oppure affittare un kayak e esplorare a vostro piacimento la laguna.

Bacalar at Sunrise - Messico
Bacalar at Sunrise

CHIAPAS

5: Palenque

Palenque - Messico
Palenque

Palenque è uno dei siti archeologici Maya piu’ spettacolari del Messico. Situato nello stato del Chiapas, il parco archeologico ospita le rovine della città di Lakam Ha, risalente al 100 a.c. Il parco si può visitare tutti i giorni dalle 08:00 alle 17:00 al costo di appena 80 pesos (poco più di 3 euro).
Una volta all’interno è possibile ammirare alcuni impressionanti edifici dichiarati patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. I più importanti sono il Tempio delle Iscrizioni (in foto) o il Palazzo e i templi de Sole e della Croce.
La parte visitabile però è appena il 10% dell’estensione originaria di tutto il complesso. La maggior parte dei resti, infatti, è ancora sommersa dalla fitta vegetazione della giungla messicana. Per esplorare questa parte ancora nascosta ci si può rivolgere a una delle guide locali che si trovano nei pressi dell’entrata del parco.

6: San Cristobal de las Casas e Chamula

San Cristobal de las Casas - Messico
San Cristobal de las Casas

San Cristobal è probabilmente una delle città più belle ed affascinanti di tutto il Messico. Questa cittadina dalle casette colorate si trova ad oltre 2000 metri di altitudine nel cuore delle montagne dello stato del Chiapas, una delle regioni più povere ed arretrate dello stato e forse, anche per questo motivo, una delle più autentiche del paese.
La popolazione di questa zona, ancora in gran parte di origina indigena, parla un dialetto locale e va molto orgogliosa della sua cultura e delle sue tradizioni artigiane.

San Cristobal assunse un ruolo centrale negli anni 90 al tempo della rivolta dell’esercito zapatista di liberazione nazionale (EZLN, il movimento che combatteva per l’approvazione di importanti riforme agrarie e per il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini più poveri) e in città ci sono ancora scritte, manifesti e immagini che ricordano quel periodo.
Considerata la capitale culturale dello stato, San Cristobal è una cittadina con viuzze piene di edifici coloniali color pastello, caratteristici mercati locali e innumerevoli negozi di artigianato locale. A questi si affiancano però numerosi locali moderni, cafe e ristoranti che offrono sia cucina locale che internazionale.


Meritano una visita la chiesa in cima alla collina del Cerro San Cristobal e il suo mirador, la Plaza 31 de Marzo e la Catedral de San Cristobal. Sull’altra collina invece, Cerro Guadalupe, troviamo la chiesa omonima che gode di una splendida vista.
Il modo migliore per apprezzare la città è quello di prendersela con calma e passeggiare per le sue stradine, esplorando i suoi negozi locali e parlando con la gente del posto.

Chamula - Messico
Plaza de Chamula

A circa 10 km da San Cristobal troviamo un posto unico, la cittadina di Chamula. Città natale dei Maya Tzotzil, questo centro è un mondo a se stante fatto di cultura millenaria e di antiche tradizioni. Gli abitanti parlano ancora una lingua di derivazione maya e vivono al di sopra della legge: nessun ufficiale delle forze dell’ordine può entrare in città, hanno la loro “polizia” e non pagano le tasse al governo centrale.

Qui si celebrano ancora rituali secolari frutto del sincretismo tra le tradizioni cristiane e il credo maya. La chiesa di San Giovanni Battista, al centro della città, è famosa per i rituali che ogni giorni si svolgono al suo interno. Il pavimento della chiesa e’ interamente coperto di aghi di pino e gli sciamani praticano riti con candele, erbe e Mezcal per guarire i pazienti che si recano per la purificazione. All’interno della chiesa e vietato fare foto o video ma vi posso assicurare che vedere il rito è veramente un’esperienza unica.

Spesso vengono anche sacrificati dei polli alla fine del rituale quindi non lo consiglio alle persone molto impressionabili o sensibili a questo tipo di immagini.

7: Cañon Del Sumidero

Sumidero - Messico
Cañon Del Sumidero

Questo immenso canyon è l’emblema del Chiapas ed è così importante e carico di significato per la gente del posto che è perfino rappresentato sul simbolo dello stato.
Durante l’invasione dei conquistadores, infatti, il Sumidero fu la scena di un suicidio di massa da parte degli indios locali che preferirono gettarsi nel vuoto che soccombere alle truppe spagnole.
Per visitarlo la maniera migliore è quella di alloggiare a Tuxla Gutierrez e prenotare una dei numerosi tour. La maggior parte dei tour prevedono una prima parte in barca nella quale si percorre il Rio Grijalva. Risalendo il fiume si possono ammirare dal basso i 1000 metri di parete verticale del canyon e la sua ricca flora e fauna. Se si è fortunati si possono vedere coccodrilli, scimmie e numerose specie di uccelli. Dopo pranzo il tour continua visitando i numerosi mirador che offrono una spettacolare vista dall’alto del canyon.

OAXACA

8: Oaxaca de Juarez e Hierve el Agua

Oaxaca - Messico
Oaxaca

Oaxaca du Juarez è la capitale della regione di Oaxaca ed è uno dei centri culturali più importanti del Messico. Il suo centro storico è stato riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità e la città è ricca di botteghe artigiane e attività artistiche oltre ad essere famosa per essere il principale sito di produzione del Mezcal.
La regione intorno ad Oaxaca infatti è disseminata di enormi piantagioni di agave, la pianta dalla quale viene prodotta la famosa bevanda, ed è possibile visitare le aziende agricole che si occupano della distillazione di Tequila e Mezcal. Da non perdere, quando si visita la città, il Templo de Santo Domingo e la Cattedrale.

Oaxaca è inoltre famoso per la celebrazione del Dia de los Muertos (1 e 2 Novembre) festa nella quale gli abitanti del Messico credono che le anime dei loro defunti tornino sulla terra. Per omaggiare il loro ritorno celebrano con canti, balli, cibo e tanto alcool.

A pochi km da Oaxaca si trova uno spettacolare sito chiamato Hierve el Agua, una parete rocciosa che assomiglia ad una gigantesca cascata pietrificata. Questa particolare formazione calcarea si e’ formata perché sulla cima della montagna sono presenti delle pozze d’acqua dolce sature di carbonato di calcio e magnesio che durante millenni hanno depositato i minerali sul fianco della montagna creando questa enorme cascata di pietra.

Messico - Hierve el agua
Hierve el agua
Hierve el agua - Messico
Hierve el agua

9: Puerto Escondido

Playa Carrizalillo - Messico
Playa Carrizalillo – Puerto Escondido

Puerto Escondido è uno dei posti più amati dai surfisti di tutto il mondo e non si fa fatica a capire il perché. La lunga e sabbiosa Playa Zicatela è la spiaggia principale e quella lungo la quale si trovano tutte le scuole di surf, i negozi e i ristoranti.
Per chi invece preferisce un’ambiente più intimo e rilassato Playa Carrizalizzo è la scelta giusta, un piccolo gioiello incastonato tra due promontori e circondato da una ricca vegetazione.

10: Mazunte

Playa Mazunte - Messico
Playa Mazunte

Mazunte è un piccolo paradiso dal fascino hippie e dall’atmosfera super rilassata. In ottobre la spiaggia è praticamente vuota e si può godere della costa pacifica del Messico in totale libertà e tranquillità. Il paese è minuscolo e sulla spiaggia ci sono solo alcuni bar e chiringuitos che offrono pesce fresco.
Oltre a Playa Mazunte e Playa Rinconcito merita una visita anche la vicina Playa Mermejita. Queste spiagge sono divise dal promontorio di Punta Cometa, una magnifica scogliera assolutamente da non perdere, soprattutto al tramonto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here